Augusta Masters, 4 giorni al via - Golf Blog - GOLF-ING

Follow us:
Vai ai contenuti

Augusta Masters, 4 giorni al via

GOLF-ING
Pubblicato da in Majors ·
Tags: AugustaMasters
Masters di Augusta -4: inizia ufficialmente il conto alla rovescia per il primo Major stagionale, quello che per fascino e visibilità è probabilmente in cima alla lista dei desideri di qualsiasi giocatore.
Fare un pronostico su chi indosserà la giacca verde è sempre piuttosto difficile, anche se considerato lo spessore tecnico del percorso e la pressione mediatica potremmo anche dire che i giocatori veramente in grado di trionfare in questa gara  sono relativamente pochi.
Il nome in cima alla lista è certamente quello del numero 1 al mondo, Rory McIlroy, che negli ultimi mesi ha legittimato la sua leadership dimostrando di avere "un altro passo" rispetto a tutti gli altri. 
Superiorità nel gioco soprattutto per quello che riguarda il dominio delle distanze, anche se per vincere ad Augusta servono un insieme di fattori tutti contemporaneamente, compresa anche un pò di fortuna perchè un piccolo episodio può distruggere anche la prestazione migliore (ricordiamoci di quello che è successo a Tiger un paio di anni fa... colpita al volo l'asta e palla che finisce in acqua, da li errore di droppaggio e altri 2 colpi persi, quando probabilmente sarebbe stato un birdie).
Certo partire con la scomoda etichetta di "favorito" non aiuta nessuno, dunque vedremo se Rory saprà essere superiore di tutto e tutti.
In seconda fila ci sarebbero un paio di nomi americani, cioè Bubba Watson, che dopo aver dominato l'edizione dello scorso anno è ancora in ottima forma e si candida per la tripletta, e Jordan Spieth, la giovane speranza americana che è sempre in corsa quando conta, anche se deve superare la paura di vincere che in passato lo ha spesso penalizzato.
Parlando di giovani speranze a stelle e strisce non va dimenticato anche Rickie Fowler, un'altro che è abbastanza in forma e quando conta c'è spesso anche se fino ad ora ha raccolto pochi successi.
Attenzione anche a Patrick Reed, altro giovane statunitense che ha più volte dimostrato di essere un osso duro, soprattutto sotto pressione, e che potrebbe diventare un protagonista di questo major.
Difficile pensare a una grande prestazione dei senatori, Tiger (se giocherà), Furyk, Mickelson (che comunque ad Augusta da sempre il meglio), Bradley, Zach Johnson o anche Dustin Johnson, reduce da una bella vittoria ma che al Masters spesso sparisce.
Altri europei in lizza? Difficilissimo escludere campioni come Kaymer o McDowell, molto solidi proprio in questo genere di situazioni, e anche la pattuglia inglese, anche se tra Rose, Westwood, Poulter e Donald nessuno sta brillando particolarmente, mentre Casey è in crescita ma non è mai stato all'apice nei major.
Attenzione a Harrington, tornato al successo proprio qualche settimana fa, che non è certo un favorito ma che di major se ne intende perchè ne ha già conquistati 3 in carriera.
Stenson? Mah...sta giocando bene ed è un giocatore di vertice, ma non crediamo che il Masters sia il major più adatto al suo gioco.
Garcia? Confermiamo il discorso fatto sopra.
Nei veri favoriti mettiamo anche Jason Day, un'altro che quando c'è da fare sul serio c'è sempre, mentre l'altro australiano top, Adam Scott (già vincitore del Masters un paio di anni fa), non sembra in grande forma.
La pattuglia dei sudafricani non va mai sottovalutata, anche se negli ultimi tempi l'unico che si è fatto notare è stato Branden Grace, gli altri sono in una fase un pò piatta per cui non ci aspettiamo acuti particolari.

Riassumiamo: nostro favorito McIlroy. Nel mazzo dei vincenti ci mettiamo anche Bubba Watson, Spieth, Reed, e Day.
Outsider con possibilità: Fowler, Mickelson, Kaymer, Rose, McDowell, Scott.

Comunque vada, vinca chi vinca, il Masters è fantastico e a vincere è sempre lo spettacolo!!






Nessun commento


Articoli per mese
Facebook
Copyright©2010-2017 Golf-ing.it
- All rights reserved -
Follow us:
Torna ai contenuti