Calcolo dei punteggi nel golf - GOLF-ING

Follow us:
Vai ai contenuti
Il Golfista

Choose your language:

Calcolare il punteggio di gioco nel golf

La misurazione del punteggio che otteniamo giocando a golf è l'espressione della qualità della nostra prestazione e segue un meccanismo piuttosto semplice che permette di comparare il punteggio di giocatori di abilità molto differenti.
Preso come dato di base il fatto che un giro di golf è composto da 18 buche e che ad ogni buca è assegnato un numero di colpi predefinito per portarla a termine detto "PAR"
, da questo punto si inserisce il concetto di handicap.
L'handicap è un numero arrotondato al primo decimale (es: 14,5) che è attribuito ad ogni giocatore in base al proprio livello di gioco.
Ogni campo da golf è dotato di una tabella di conversione EGA, che tramuta l'handicap esatto di un giocatore in un numero arrotondato all'unità che è definito handicap di gioco (es: handicap esatto 14,5 diventa handicap di gioco 16).
Questo nuovo numero che si ottiene è sostanzialmente il numero di colpi "aggiuntivi" rispetto al par del campo che sono previsti per il giocatore e dunque diventa il nuovo riferimento per ogni singolo atleta.

- Stableford e Medal
Il gioco del golf consiste nel portare a termine le buche impiegando il minor numero di colpi possibile. La somma dei colpi effettuati per completare un giro di 18 buche è il punteggio ottenuto dal giocatore: questo sistema di calcolo, che è sostanzialmente il vero golf, è detto formula di gioco
Medal, dove quindi il giocatore deve portare a termine tutte le buche indipendentemente dal numero di colpi che impiegherà.
Abbiamo detto che il golf è uno sport molto difficile e per i giocatori meno abili portare a termine una gara in questa formula può significare impiegare una montagna di colpi.
Per semplificare un pò la vita ai giocatori meno esperti e anche per rendere più veloce la routine di gioco (che è una delle regole del golf) è stato inventato un metodo di calcolo di punteggio a "punti" e non più a colpi eseguiti.
Questo metodo è detto
Stableford e la maggior parte delle competizioni per dilettanti si giocano con questa formula.
Il concetto è sostanzialmente il seguente: ogni giocatore, in base al par del campo a cui si aggiunge il playing handicap, ha a disposizione un determinato numero di colpi per portare a termine ogni buca. Se il giocatore porta a termine la buca con questi colpi conquista 2 punti, se impiega un colpo in meno conquista 3 punti, se impiega un colpo in più conquista 1 punto e se impiega dai 2 colpi in più in poi conquista comunque 0 punti.
In questa ottica, se un giocatore vede palesemente che non potrà concludere la buca con meno di 2 colpi in più rispetto al predefinito può interrompere il gioco in quella buca segnando un punteggio di "X" e potrà recarsi alla partenza della buca successiva.
In questo modo si eliminano le situazioni disastrate di buche concluse con 12-13 colpi o peggio come a volte succede giocando con la formula medal, portando beneficio in termini di velocità di gioco e serenità dei giocatori stessi.
La somma dei punti conquistati in ogni buca compone il punteggio finale del giocatore.
Si possono calcolare due tipolegie di punteggio: il valore netto, ovverosia comprensivo dell'handicap del giocatore, oppure il valore lordo, che non tiene conto dell'handicap del giocatore (o meglio, viene considerato come se il giocatore avesse giocato con handicap 0).
Così facendo, il punteggio netto ottenuto è confrontabile e paragonabile tra giocatori, indipendentemente dal loro valore di handicap, mentre il valore lordo non rende possibile grossa competizione, perchè i giocatori con handicap più bassi realizzano sempre punteggi decisamente più alti di quelli con handicap maggiori.

- Modifiche dell'Handicap
Al termine del giro convenzionale di 18 buche si va a calcolare il punteggio netto stableford ottenuto dal giocatore. Se avrà  realizzato 36 punti (che significa 2 punti a buca di media) si dice che il giocatore ha "giocato al livello del proprio handicap", mentre se avrà realizzato più punti si attiva un meccanismo di calcolo che andrà ad aggiornare l'handicap del giocatore ribassandolo secondo un metodo che approfondiremo in un'altra sezione dedicata. Diciamo che l'abbassamento dell'handicap è motivo di orgoglio per un giocatore, perchè significa che ha fornito una prestazione positiva e dunque sta migliorando il proprio livello di gioco. Questo gli proporrà per le volte successive una nuova sfida stimolante, perchè più è basso l'handicap meno punti bonus si hanno e dunque bisognerà essere sempre più abili per ottenere un buon punteggio.
Se il punteggio stableford ottenuto sarà sensibilmente inferiore ai 36 punti e il vostro handicap è inferiore a 18,4, si potrà anche incorrere in un una contromisura di leggerissimo innalzamento dell'handicap detto "virgola" che viceversa è motivo di delusione per quello che riguarda il giocatore: significa che si è giocato male e quindi non sarà fonte di particolare gioia e soddisfazione.
Nelle gare che si giocano con formula Medal viene comunque calcolato il corrispondente punteggio netto stableford e questo è il riferimento per eventuali abbassamenti o innalzamenti dell'handicap legati alla prestazione.
La modifica dell'handicap può avvenire solo in occasioni ufficiali di gare di circolo 18 buche o 9 buche (con i dovuti accorgimenti). Le partite improvvisate fatte con gli amici non contano per l'aggiornamento di questo sistema.


Questo articolo è stato utile?
Condividilo sui tuoi social network!

Vuoi saperne di più? Contattaci via e-mail: info@golf-ing.it

Copyright©2010-2017 Golf-ing.it
- All rights reserved -
Follow us:
Torna ai contenuti