Il set di ferri - GOLF-ING

Follow us:
Vai ai contenuti
Attrezzatura

Choose your language:

Il set di ferri 

Il cuore dell'attrezzatura utilizzata per giocare a golf è composto da questo insieme di mazze, che proprio per la struttura metallica che da sempre li caratterizza, prende il nome di "ferro" da golf.
Si parla si "set" di ferri perchè questo gruppo di mazze comprende solitamente 8 bastoni che vanno dal ferro "3" al "PW" e che presentano caratteristiche diverse una dall'altra essenzialmente in termini di lunghezza del bastone e di loft della faccia del ferro.
Nello specifico, i ferri contrassegnati da un numero basso (3-4..) hanno lo shaft più lungo e un angolo di loft più piccolo, permettendo di realizzare distanze maggiori, mentre i ferri con numero alto (9-PW) hanno le caratteristiche opposte e permettono di realizzare distanze più brevi ma con traiettorie di volo molto più verticalizzate, e dunque in grado di far atterrare la palla in uno spazio più preciso e delimitato.
Diciamo che per giocare a golf e conseguire un handicap di gioco è sufficente possedere (e saperlo utilizzare...) solo il set di ferri più il putter.

Tipologie di ferri:
Quello che forse è più raro apprendere è che non tutti i set di ferri sono uguali, ma ne esistono sostanzialmente 3 tipologie fondamentali che presentano caratteristiche leggermente differenti in termini di progettazione, e per tale motivo sono destinati teoricamente a giocatori con diversi livelli di abilità nel gioco.
Ciò che cambia è sostanzialmente lo stile della testa del bastone.

- Ferri perimetrali o "game improvement"
Presentano una testa del bastone più voluminosa ed il concetto è sostanzialmente espresso nella loro definizione: un ferro perimetrale permette di ottenere un buon risultato sul colpo effettuato anche se la palla non è stata colpita esattamente al centro della faccia del bastone. Chiaramente, il volume e lo spessore della suola comportano una minore sensibilità sui colpi e minori possibilità di dare effetti alla palla. In quest'ottica si tratta di ferri che sono consigliati per chi ha un livello di handicap medio-alto.
All'interno di questa categoria esiste una sottodivisione, definita come "super game improvement", che riguarda i bastoni di volume maggiore.

- Ferri semi-perimetrali 
Presentano una testa del bastone più contenuta, sostanzialmente più sottile, e il concetto della perimetralità è parzialmente ridotto a favore di un buon equilibrio tra giocabilità e sensibilità.
Sono bastoni che possono essere consigliabili per giocatori di handicap medio-basso.

- Ferri a lama o "blade"
Sono la tipologia di ferro più "difficile" da utilizzare, ma che permette la maggiore sensibilità e lavorabilità della palla.
In questo caso bisogna essere dei buoni colpitori, perchè se la palla non viene impattata al centro della faccia del bastone si perde immediatamente distanza di tiro.
Questo genere di ferri sono spesso utilizzati dai professionisti sul tour, e generalmente vengono sconsigliati per i dilettanti per via della loro difficoltà: in realtà sono ferri un pò più difficili ma giocabili, però bisogna prendere la dovuta confidenza con l'attrezzo.
La vera difficoltà è più che altro nel volerli acquistare:in Italia sono ferri difficilmente proposti in vendita nei negozi, per cui bisogna ordinarli espressamente o andare alla ricerca su qualche negozio on-line.

- Extra: Ferri Forgiati
Aggiungiamo una nota sul concetto di "ferro forgiato": ogni tanto si legge sulla faccia di alcuni bastoni l'indicazione "forged". Ma cosa significa?
Un ferro forgiato è stato ottenuto attraverso una lavorazione particolare di pressione "a caldo" del metallo, che gli conferisce caratteristiche di maggiore uniformità, morbidezza all'impatto e la possibilità di subire successive variazione personalizzate in termini di loft / lie, su eventuale richiesta del giocatore.
Il metodo "classico" per la realizzazione dei ferri prevede invece il riempimento dello stampo con il metallo fuso, che una volta solidificato genera la testa del bastone da golf. In questo caso la possibilità di rilavorazione successiva è esclusa.
Il vantaggio del metodo classico è sicuramente rappresentato dal minor costo, che si riflette in una minore spesa anche per il golfista, a fronte di un attrezzo che svolge il suo compito comunque bene.


Oltre al set di ferri esiste la possibilità di aggiungere una ulteriore tipologia di ferro (1-2 bastoni solitamente) che viene acquistato separatamente dal set e non presenta tutte le possibili variabili che abbiamo descritto sopra.
Si tratta di quelli che vengono comunemente definiti come "wedges" e che sono caratterizzati da un loft particolarmente alto che va dai 52 ai 60 gradi (per i più temerari esiste anche il 64°). Il wedge generalmente più utilizzato è quello a 56 gradi, che viene identificato come "sand iron", ovverosia la mazza che si utilizza preferibilmente per uscire dai bunker in prossimità dei green sul percorso.

Questo articolo è stato utile?
Condividilo sui tuoi social network!

Vuoi saperne di più? Contattaci via e-mail: info@golf-ing.it



Copyright©2010-2017 Golf-ing.it
- All rights reserved -
Follow us:
Torna ai contenuti