Formule di gioco a golf - GOLF-ING

Follow us:
Vai ai contenuti
Il Golfista

Choose your language:

Formule di gioco nel golf

In questo capitolo andremo ad approfondire le formule di gioco che sono previste nel golf.
Superati i concetti di "netto" e "lordo", che sono stati esplicitati nelle sezioni precedenti, andiamo ora a vedere quali sono le modalità di gioco per la realizzazione di gare e tornei.
Parlando di sfide individuali esistono due formule di competizione, ovvero
Stroke Play (gara a colpi, il confronto di punteggio con gli avversari si misura al termine delle 18 buche o multipli di 18) e Match Play (gara testa a testa, dove si compete sempre sulle 18 buche ma ogni buca ha una valenza individuale nel senso che ogni buca assegna  1 punto nel caso venga portata a termine con un punteggio migliore dell'avversario. Vince chi ha realizzato più punti derivanti da questo testa a testa al termine delle 18 buche).
Le gare stroke play sono indiscutibilmente le più diffuse sia in campo professionistico che in campo dilettantistico, dove generano anche la eventuale modifica dell'handicap del giocatore con la modalità descritta nelle sezioni precedenti, mentre il match play trova poche applicazioni in campo professionistico e pochissime in campo dilettantistico, sul quale non genera alcuna modifica all'handicap.

Molto più varia è la situazione nel caso delle gare a coppie, ovvero composte da squadre di 2 giocatori.
La formula di gioco in questi casi è sempre stroke play su 18 buche e prevede le seguenti varianti:

- Lousiana a coppie
Molto diffusa nel mondo dei dilettanti, inesistente sul mondo professionistico perchè troppo facilitativa. A partire dal tee shot, su ogni colpo che viene eseguito dai due giocatori viene scelto il colpo migliore e dunque entrambi i componenti della squadra andranno a giocare il colpo successivo piazzando la palla dalla posizione ottenuta con il colpo precedentemente selezionato.
Siccome in ogni buca la coppia genera un solo risultato, l'handicap di gioco della coppia viene solitamente calcolato combinando gli handicap individuali dei due giocatori (solitamente dato dalla metà dell'handicap del giocatore più abile sommata a 1/4 dell'handicap dell'altro giocatore)
Modifiche all'handicap al termine di queste gare: NO
- Quattro Palle la Migliore
Ogni giocatore della coppia gioca individualmente la buca e al termine della stessa si sceglie il punteggio netto migliore tra i due componenti della squadra.
In questa formula ai giocatori viene concesso un handicap di gioco decurtato di 1/10 rispetto a quello realmente in loro possesso, per bilanciare la facilitazione derivante dalla duplice scelta del punteggio in ogni buca
Modifiche all'handicap al termine di queste gare: SI (apri finestra)

- Foursome
Prima della partenza si decide quale dei due giocatori farà i tee shot delle buche pari e all'altro toccheranno i tee shot delle buche dispari. La coppia gioca sostanzialmente alternandosi nei colpi, ovvero ogni giocatore dopo aver effettuato un colpo non gioca il successivo, perchè spetta al compagno, e così via.
Si gioca con una unica palla e la coppia genera un punteggio unico.
In questa formula alla coppia viene concesso un handicap di gioco pari alla metà della somma dei due handicap
Modifiche all'handicap al termine di queste gare: NO

- Double Foursome
E' una variante della formula foursome, dove la differenza è che l'alternanza di gioco ha una modalità diversa sui par 3, 4 e 5.
La formula di gioco è sempre alternata, però sui par 3 entrambi i giocatori giocano il tee shot e solo dopo viene scelta la palla con cui proseguire. Nei par 4 i due giocatori giocano entrambi i primi 2 colpi alternandosi, e poi scelgono la palla con cui proseguire. Nei par 5 la duplice alternanza prevede i primi 3 colpi prima di scegliere con quale palla concludere la buca.
In questa formula alla coppia viene concesso un handicap di gioco pari alla metà della somma dei due handicap, oppure, a discrezione del circolo ospitante, pari alla somma dei 6/10 del giocatore più abile più i 4/10 dell'altro giocatore.
Modifiche all'handicap al termine di queste gare: NO
- Greensome
Altra variante della foursome: in questo caso i due giocatori eseguono entrambi sempre il tee shot, dopodichè proseguono scegliendo la palla migliore e giocando in maniera alternata.
In questa formula alla coppia viene concesso un handicap di gioco pari alla somma dei 6/10 del giocatore più abile più i 4/10 dell'altro giocatore.
Modifiche all'handicap al termine di queste gare: NO
- Greensome Chapman
Ennesima variante della foursome: in questo caso i due giocatori eseguono entrambi, sempre in maniera alternata, un numero di colpi pari al par della buca meno 2, dopodichè proseguono scegliendo la palla migliore per concludere la buca, mantenendo l'alternanza nella successione dei colpi.

Di questa formula esiste anche una versione semplificata, che prevede che i due giocatori eseguano entrambi sempre in maniera alternata i primi 2 colpi di ogni buca, indipendentemente dal par, dopodichè proseguono scegliendo la palla migliore per concludere la buca, mantenendo l'alternanza nella successione dei colpi.

In questa formula alla coppia viene concesso un handicap di gioco pari alla metà della somma dei due handicap, oppure, a discrezione del circolo ospitante, pari alla somma dei 6/10 del giocatore più abile più i 4/10 dell'altro giocatore.
Modifiche all'handicap al termine di queste gare: NO

Infine esistono delle formule di gioco a squadre di 4 giocatori:

- Lousiana a 4 o 5 giocatori
Funziona sostanzialmente come una louisiana a coppie.
Tutti i giocatori eseguono il tee shot, poi si procede a scegliere quello meglio posizionato per determinare la postazione di partenza della squadra per il colpo successivo, e così via, con l'accorgimento che il giocatore del quale viene scelto il colpo non può eseguire quello successivo mentre invece lo fanno tutti gli altri appartenenti alla squadra.
Modifiche all'handicap al termine di queste gare: NO
- Pro-Am
E' una gara tra squadre di 4 giocatori composte da 3 dilettanti e 1 professionista.
Esistono due formule di gioco:
La prima prevede che ogni giocatore giochi individualmente la buca e al termine vengono tenuti validi per la squadra i migliori 2 punteggi per buca
La seconda è una formula a punti, che prevede sempre che ogni giocatore giochi individualmente la sua buca, e vengono sostanzialmente conteggiati i "birdie netti" realizzati da tutti i componenti nell'arco delle 18 buche (in caso di eagle netto si contano 2 punti, altrimenti tutto il resto al di sopra del birdie genera 0 punti)
Modifiche all'handicap al termine di queste gare: NO


Questo articolo è stato utile?
Condividilo sui tuoi social network!

Vuoi saperne di più? Contattaci via e-mail: info@golf-ing.it



Copyright©2010-2017 Golf-ing.it
- All rights reserved -
Follow us:
Torna ai contenuti