Conseguire l'handicap - GOLF-ING

Follow us:
Vai ai contenuti
Il Golfista

Choose your language:

La conquista dell'handicap di gioco

L'handicap di gioco è a tutti gli effetti la carta di identità del giocatore golfista dilettante: si tratta di un numero compreso tra 0 e 54 (era 36 fino alla fine del 2015) che misura il livello di abilità del giocatore, laddove lo 0 identifica il giocatore molto abile e il 54 (36 "storicamente") il giocatore alle prime armi.
Tutti i giocatori hanno un handicap che nel tempo si modifica in base ai risultati di gioco, i giocatori alle prime armi hanno un handicap iniziale di 54.

Nella storia recente, fino alla fine del 2015, i giocatori neofita facevano parte di una categoria "non classificata" e dunque il loro obiettivo era ottenere determinati risultati di gioco per conseguire il livello minimo di handicap 36 e quindi entrare nel meccanismo di tutti gli altri giocatori.
Come vedremo è un percorso che richiede tempo (per qualcuno può significare poche settimane, per altri molti mesi) ma questa è quella che può considerarsi la prima grande conquista di un golfista.


- Dal campo pratica al campo di gioco
Bello poter pensare, subito dopo essersi associati ad un circolo, di poter scorazzare sui prati e interpretare il percorso di gioco come i grandi campioni che si vedono in televisione.
Purtroppo non è così: il golf è uno sport molto difficile e che richiede un discreto allenamento per ottenere risultati.
Nel momento in cui ci si associa da neofita ad un golf club, il proprio orizzonte è limitato al semplice campo pratica, ovvero quella area dove vengono provati i colpi da postazioni fisse e dove sostanzialmente si lavora con il maestro.
L'accesso al campo di gioco è riservato ai giocatori con handicap e ai giocatori senza handicap che abbiano ricevuto l'abilitazione da parte del maestro del circolo, che ne certifica un livello di gioco consono a potersi cimentare sul campo.
Sarà dunque il mestro che vi segue a concedervi il diritto di giocare in campo una volta che ve lo sarete "meritato", ovverosia quando il maestro avrà appurato che il vostro livello di gioco avrà raggiunto quel minimo di abilità necessaria per poter andare in campo senza rischi per se stessi e gli altri giocatori.
Preparatevi anche a studiare un pò, perchè il golf è uno sport con numerosissime regole che vanno sapute (più o meno....) e dunque rimarrete giocatori abilitati al gioco in campo ma non potrete partecipare a gare sino a quando non avrete superato il piccolo esame delle regole che vi permetterà di iniziare a giocare con handicap "54" e finalmente di poter partecipare in maniera indipendente anche ai tornei di golf organizzati dai circoli.


- Da "NC" a handicap 36 (cenno storico, non più attivo dal 1 Gennaio 2016)
Durante i tornei di golf il giocatore "NC" (non classificato) è a tutti gli effetti equiparato al giocatore handicap 36. Il numero dell'handicap indica sostanzialmente un numero di colpi "bonus" che vengono concessi al giocatore e che al termine della gara da 18 buche contribuirà a comporre il risultato finale del giocatore.
Un giocatore NC per conquistare l'handicap dovrà realizzare un punteggio finale uguale o migliorativo rispetto a quanto predefinito a priori rispetto al proprio livello di handicap.
La spiegazione qui fornita è riassuntiva e semplificata, in realtà il sistema dei punteggi nel golf segue un meccanismo più complesso che ci riserviamo di approfondire in una successiva sezione dedicata.


NOTA: dal 1 Gennaio 2016 il sistema EGA exact handicap ha innalzato il suo valore fissando un nuovo massimo di "54", che è l'handicap di inizio per tutti i giocatori che superano l'esame delle regole e sono dunque abilitati al gioco sul campo. Nella stessa circostanza è stato anche deliberato di eliminare l'innalzamanto da risultato negativo (la virgola) per tutti i giocatori con handicap esatto superiore a 18,4.


Questo articolo è stato utile?
Condividilo sui tuoi social network!

Vuoi saperne di più? Contattaci via e-mail: info@golf-ing.it



Copyright©2010-2017 Golf-ing.it
- All rights reserved -
Follow us:
Torna ai contenuti