Golf Club Castelgandolfo - GOLF-ING

Follow us:
Vai ai contenuti

Choose your language:

Golf & Country Club Castelgandolfo

Sito ufficiale: http://www.countryclubcastelgandolfo.it/
Numero buche: 18
Raggiungibilità:
Discreta. Il circolo si trova a sud della città di Roma, una decina di chilometri all’esterno del raccordo anulare e in località Santo Spirito. Per raggiungerlo occorre percorrere alcuni chilometri della via Appia Nuova in direzione sud e svoltare sulla Via Nettunese. Se si va a giocare di sabato o domenica mattina presto non ci sono particolari problemi, negli altri momenti bisogna prendere in considerazione la variabile traffico, che può ritardare di molto l’orario previsto di arrivo. Per la prima "visita" è consigliatissimo avere un navigatore satellitare a disposizione perché negli ultimi chilometri ci si infila in una serie di stradine strette e si perde facilmente l’orientamento.
Una volta trovata la svolta giusta per il circolo si deve superare un gabbiotto di guardiania e bisogna percorrere 500-600 metri prima di raggiungere i parcheggi.
Parcheggi: E’ presente un grosso piazzale sul retro della villa Club House. Si trovano abbastanza distanti dalla segreteria, perché dal parcheggio bisogna tornare indietro e ridiscendere una ripida discesa per poi infilarsi ai piani inferiori della villa Club House.
Club House: E’ un edificio imponente che occupa una posizione di totale dominio della vallata sottostante dove si sviluppa il percorso di gioco. In realtà gli ambienti frequentati dai giocatori sono ai piani inferiori del complesso, dove si sviluppano la segreteria, il pro shop, gli spogliatoi e subito all’esterno l’area destinata al caddie master. Sostanzialmente la villa rimane un po’ tagliata fuori dall’interesse del golfista, ma diventa il fulcro dell’attenzione per ricevimenti e cerimonie di premiazione.
Ci sembra doveroso sottolineare nuovamente la posizione privilegiatissima della club house, che gode di una vista davvero unica sul percorso e sull’ambiente circostante.

Spogliatoi: Sono come detto allo stesso piano dalla segreteria. Lo spogliatoio riservato agli ospiti è di piccole dimensioni ma comunque adeguato alle necessità. Non abbiamo visitato lo spogliatoio dedicato ai soci del circolo.
Area Pratica: Probabilmente è il punto debole dell’intera struttura, ma va tenuto in considerazione che la conformazione del territorio non permetterebbe molte soluzioni alternative. Il driving range è posizionato sulla parte posteriore della club house e oltre i parcheggi, dunque se dal parcheggio si vuole passare in segreteria prima di andare in campo pratica si fa un giro molto lungo e peraltro bisogna scendere e risalire un discreto dislivello.
Come driving range può andare bene per scaldare e provare i movimenti, ma a livello di veridicità del colpo non è un gran che perché l’area è sacrificata e con un numero di postazioni contenuto ed anche la profondità di gioco è ridotta.
Nei pressi del driving range c’è anche una zona dove provare approcci e put.
Consigliamo di calcolare bene i tempi di percorrenza, perché per tornare al battitore della buca 1 bisogna percorrere parecchia strada (fortunatamente in discesa….). E’ giusto sottolineare che è presente anche un ulteriore grande putting green di prova sulla terrazza giardino soprastante la segreteria.

Il Percorso Golf: Le partenze della buca 1 e 10 si trovano a poca distanza della segreteria e sono posizionate su una sorta di terrazzino che si affaccia su tutta la vallata sottostante dove si sviluppa il percorso. Il tracciato, realizzato da Robert Trent Jr., riflette a pieno le caratteristiche del suo ideatore, ovvero un disegno delle buche lievemente movimentato e molto piacevole, che lascia giocare ma è costellato di ostacoli naturali, bunker e laghetti, pronti a punire le distrazioni dei giocatori. Anche i green si presentano come insidiosi, soprattutto se la bandiera è posizionata in certe zone dove le pendenze sono forti. La conformazione geologica in cui si sviluppa il campo, una conca naturale che farebbe pensare a un cratere vulcanico inattivo, ha sicuramente facilitato l’opera del progettista e permette al golfista di godere di splendide situazioni panoramiche. La manutenzione e la cura della vegetazione è sempre molto buona e le favorevoli condizioni climatiche dell’area laziale permettono una stagione golfistica quasi ininterrotta anche nel periodo invernale. L’unico momento in cui diventa difficile giocare è nei periodi di forti piogge, perché il campo tende a diventare un pantano molto molle. A livello "atletico" può essere tranquillamente affrontato con sacca in spalla o carrello manuale, non fosse per la risalita faticosa che si è costretti ad affrontare dopo la buca 9 per raggiungere il battitore della buca 10. Anche dalla buca 18 alla club house c’è lo stesso strappo….ma almeno lo score non può più essere compromesso!
Data ultima visita:  Marzo 2013



Questa recensione è stata utile?
Voto: 0.0/5

Condividi la tua esperienza su questo campo:


Nessun commento
Copyright©2010-2017 Golf-ing.it
- All rights reserved -
Follow us:
Torna ai contenuti