Golf Club Punta Ala - GOLF-ING

Follow us:
Vai ai contenuti

Choose your language:

Golf Club Punta Ala


Sito ufficiale: www.golfpuntaala.it
Numero buche: 18
Raggiungibilità: Discreta. Il circolo si trova nella nota località turistica toscana di Punta Ala, un promontorio affacciato sul Mar Tirreno meta privilegiata per tutti gli appassionati di sport velistici. Come tale, la raggiungibilità è un po’ laboriosa ma tutto sommato discreta dalla superstrada costiera, dove bisogna uscire in prossimità di Follonica e poi percorrere circa una ventina di chilometri di strada statale/provinciale per raggiungere la località turistica affacciata sul mare.
Una volta giunti in località Punta Ala, bisogna percorrere ancora un paio di chilometri seguendo le indicazioni per il circolo (abbastanza chiare e visibili) perché il percorso di gioco si sviluppa al di sopra del paese e la club house è posizionata nel punto più alto del tracciato. In sostanza bisogna “salire in quota” percorrendo una stradina che si addentra nella vegetazione locale e che raggiunge i parcheggi del circolo.
Parcheggi: Si compongono di una serie di posti “a pettine” su entrambi i lati della strada che porta all’entrata della clubhouse; per chi volesse provare ad evitare l’eccessiva esposizione al sole o alle intemperie una buona parte dei posti sulla destra della strada sono “al coperto” di una tettoia di legno. Così a prima vista i posti auto totali non ci sono sembrati molti, però non abbiamo avuto modo di verificare se esistano altri piazzali o terrazzamenti con ulteriori parcheggi, fortunatamente il giorno in cui abbiamo visitato il circolo non c’era troppa gente e non è stato necessario andarne alla ricerca.
Club House: E’ un edificio allineato all’edilizia del luogo, si integra molto bene ai tratti naturalistici dell’area ed essendo sviluppato su un terreno in pendenza si adatta proponendo essenzialmente 3 piani. Quello più alto, il punto di entrata dai parcheggi, propone un disimpegno da cui si accede a segreteria e spogliatoi e da cui si imbocca la scala per scendere al livello inferiore dove si sviluppa un ampio ambiente dedicato sia alla ristorazione (bar e ristorante), sia al relax dei giocatori con numerosi divanetti.
La grande luminosità generata dalle ampie vetrate che danno accesso ad una notevole area terrazzata valorizza ulteriormente questo ambiente e permette di godere di uno dei pregi principali del circolo ovvero la stupenda panoramicità sul mare, non trascurando comunque una ottima visuale “golfistica” sul putting green di pratica e sul battitore della buca 1.
Il piano più basso della club house ospita i locali dal caddie master e la sala sacche.
Spogliatoi: Sono al piano più alto della clubhouse e si compongono di un ambiente che alterna zone con sedute e armadietti a postazioni doccia localizzate in più punti. Per i giocatori esterni (non soci del circolo) c’è un settore dedicato che propone le medesime condizioni di confort dei soci. Teli doccia di ottima qualità a disposizione a fianco delle docce.
Ci sembrerebbe un peccato non evidenziare il fatto che anche dagli spogliatoi si gode di una bella vista panoramica sul mare…un particolare che potrebbe passare inosservato ma che per noi rappresenta un valore aggiunto.
Area Pratica: Se dell’area di putting green di pratica abbiamo già parlato, collocandola al di sotto della clubhouse e a pochi passi dai battitori della buca 1 e 10, per il Driving Range dobbiamo dare qualche indicazione in più perché è un po’ più distante. Dalla base della clubhouse parte infatti un sentiero che si addentra nella foresta fiancheggiando la buca 10 fino a raggiungere una sorta di radura dove appunto è posizionato il driving range. Sarà una distanza di 200 metri dal tee della buca 10, però l’impressione è di dover percorrere uno spazio maggiore dovendosi districare in un percorso in pineta.
Data la posizione, l’area di Driving Range è sicuramente il punto più debole del circolo, indiscutibilmente utile allo scopo di “zona di riscaldamento”, ma piuttosto sacrificato come area di tiro e sviluppato su un terreno in salita.
Va detto che, considerate tutte le altre bellezze trovate sul percorso, non crediamo che questo punto debole possa significativamente influenzare in negativo l’impressione generale di chi verrà a giocare su questo tracciato.
Il Percorso Golf: Data la ricchissima vegetazione che caratterizza l’intero promontorio di Punta Ala, questo tracciato non può che presentare le tipiche caratteristiche di percorso “nel bosco”, laddove il bosco si intende essere composto sostanzialmente da pini marittimi ed altri alberi tipici della vegetazione mediterranea. Sostanzialmente tutte le 18 buche sono completamente contornate da alberi, rendendo il disegno del tracciato tanto piacevole alla vista quanto temibile per la necessità di un gioco ben controllato per interpretarlo al meglio.
Va detto che bisogna sicuramente mettere in conto qualche “gita nel bosco” (a meno che non siate in una giornata di grazia) a cercare qualche pallina finita fuori traiettoria ottimale, ma va altrettanto detto che tutto il sottobosco è piuttosto libero e pulito, per cui la maggior parte delle palline finite all’interno è comunque ritrovabile e giocabile. Questa a nostro giudizio è una caratteristica molto positiva del percorso, perché pur presentando fairway stretti e apparentemente pochissima tolleranza all’errore, in realtà il bosco non è ingiocabile e permette quantomeno di continuare a giocare la buca per poter provare a raggranellare almeno qualche punto con il bogey.
Preparatevi anche a salite e discese, perché il tracciato è sviluppato su un terreno movimentato e in pendenza; si parte in quota ma già nel giro di poche buche si arriva quasi al livello dell’abitato, quindi è lecito aspettarsi la risalita che infatti arriva puntualmente entro la buca 9. Anche le seconde nove buche, pur non dando l’impressione di scendere di quota, tuttavia sono fortemente movimentate per via della conformazione molto vivace del territorio.
Tutto sommato la fatica derivante dai dislivelli generati è ben più che ripagata dalla bellezza del disegno delle buche, dalla varietà di colpi necessari per affrontare il tracciato che lo rende molto divertente e mai banale, e soprattutto da un punto di vista fotografico per via della molteplicità degli scorci visibili tra cui non possiamo non citare le partenze della buca 1 e 7 da cui si gode di una vista panoramica sul mare davvero strepitosa.
Non siamo riusciti a trovare un qualcosa di “facile” di questo percorso, solitamente i campi nei boschi combinano la difficoltà della presenza del bosco con una lunghezza molto contenuta delle buche, ma non è questo il caso di Punta Ala.
Anche i green che tutto sommato non sono grandi, presentano comunque delle pendenze molto insidiose che non li rendono di certo una semplice formalità….quantomeno abbiamo trovato conforto nello slope rating del campo che almeno ci ha concesso un handicap di gioco abbastanza “rimpolpato” e adeguato alle effettive difficoltà del tracciato.
Molto positivo dunque il nostro giudizio di insieme, si tratta di una meta golfistica che ci ha affascinato oltre che per il golf giocato anche per l’unicità dell’ambiente …. merita di essere visitata!
Data ultima visita: Dicembre 2016



Questa recensione è stata utile?
Voto: 5.0/5

Condividi la tua esperienza su questo campo:


Nessun commento
Copyright©2010-2017 Golf-ing.it
- All rights reserved -
Follow us:
Torna ai contenuti